Storia - AMROSSINIAPS

G. Rossini
Associazione di Promozione Sociale
Vai ai contenuti

Storia

Associazione





LA BANDA DI ELICE tra tradizione ed innovazione
La musica nel paese non è solo arte. Essa crea aggregazione, allieta le giornate di festa, accompagna intere generazioni, costituisce la memoria collettiva. Ad Elice tutto questo è stato reso possibile sin da tempi immemori grazie ad una realtà, la banda musicale, che ha saputo sopravvivere negli anni accompagnando la storia del piccolo borgo. Sin dai primi anni del ‘900 le note degli strumenti inondavano le vie del paese e penetravano nelle case degli abitanti del borgo. Viaggiando nella memoria dei più storici appartenenti al complesso bandistico elicese veniamo a conoscenza di come la banda musicale sia nata nel nostro comune intorno agli anni ’30 in occasione delle commemorazioni di Garibaldi che venivano celebrate in ogni paese. Del resto quelli sono degli anni molto vivi culturalmente per Elice. La famiglia Baroni, che abita nel castello del borgo, infatti, promuove diverse attività musicali e teatrali. Nel teatro annesso al castello Silvana Baroni rappresenta la “Cenerentola” di Gioacchino Rossini e, oltre alla banda, in quegli stessi anni il maestro Umberto Terenzi fonda il coro.

Questa prima stagione culturale termina nel 1950 con la morte del dott. ( detto Don) Tommaso Baroni. Qualche anno dopo il fermento di questo periodo riprende grazie ad una figura fondamentale nella cultura elicese, quella di Don Renato Trabucco, a cui oggi è dedicato il teatrino ristrutturato dall’Associazione Musicale Rossini. La sua figura corre nella memoria di tutti gli abitanti del paese che lo hanno conosciuto. Don Renato è stato una guida spirituale ma anche culturale, amava l’arte e la coltivava. Grazie a lui la ricchezza musicale di Elice non si è persa ed infatti nel Settembre del 1970 Don Renato, il dott. Giuseppe Tafuri e il prof. Diego Di Caro si impegnano affinché il paese torni ad essere inondato di note musicali ed abbia delle realtà di prestigio che diventino motivo di riconoscimento del paese. Viene istituita così la prima scuola di musica e la banda, rinnovata dal maestro Vermondo Carusi, fa il suo esordio il 2 agosto 1971 in occasione della festa di Madonna degli Angeli.

Da allora la banda ha accompagnato le diverse generazioni che si sono succedute nel paese, parecchi giovani di Elice attraverso essa hanno avuto la possibilità di avvicinarsi ad uno strumento e hanno compreso il senso profondo della musica. Per loro essa in molti casi non è diventata professione, ma è stata un mezzo per misurarsi, un modo per socializzare, un contesto dove sono nate amicizie, un luogo per i giovani dove trascorrere le giornate in modo sano e costruttivo e anche una causa civile. In un paese, infatti, far parte della banda vuol dire tutto questo ed è soprattutto un modo per prestare un servizio utile alla comunità. Il successo del complesso bandistico elicese è dovuto proprio all’aver trasmesso questo messaggio in maniera chiara e nell’ essere riuscito in tal modo a mantenere nel cuore dei più longevi appartenenti alla banda lo stesso amore e la stessa passione degli esordi.
Lo vediamo negli occhi di Angelo, Bruno, Giuseppe e Pasquale che hanno dedicato costantemente una parte del loro tempo all’ organizzazione e al mantenimento di questa importante realtà del nostro paese. Negli ultimi anni, tuttavia, la banda di Elice e la scuola musicale si sono ulteriormente arricchite e questo è avvenuto grazie alla professionalità e alla passione di Alessandro Chiavetta, Marco di Muzio, Antonio e Danilo Di Vittorio che, oltre ad essere eccellenti musicisti, nutrono un grande amore per il loro paese d’origine. È grazie a loro che la scuola di musica di Elice e la banda di paese sono diventate una stella polare nell’ intera vallata per i ragazzi che vogliono avvicinarsi alla musica, per diletto ma sempre più anche per professione. Oggi moltissimi ragazzi del paese scelgono di suonare uno strumento e sempre più spesso decidono di continuare gli studi al Liceo musicale e successivamente al Conservatorio. L’Associazione Musicale Rossini ha raccolto diversi abitanti del paese e li ha avvicinati alla musica.

Questi sono traguardi importanti per la sopravvivenza e il progresso del Paese, soprattutto perché nell’ era della globalizzazione spesso le piccole realtà vengono dimenticate e poco a poco sono destinate a scomparire. Il successo più grande di tutto questo però risiede nel fatto che, anche se le dimensioni della banda e della scuola musicale sono aumentate, ciò che lega i componenti resta sempre immutato: l’amore e la passione per la musica, lo spirito di sacrificio e la voglia di far del bene al proprio territorio. Proprio per questo motivo dal mese di Giugno l’Associazione Rossini non è più solo culturale, ma anche di promozione sociale.
I ragazzi che si avvicinano allo strumento in un tale contesto entrano a far parte di una grande famiglia dove non c’è competizione, ma comprensione e amore per il prossimo. In queste poche righe è stata tratteggiata la storia della banda di Elice che tuttavia è molto più di questo: è la storia di donne e uomini che con il loro strumento hanno scritto un pezzo della memoria collettiva elicese, è la descrizione di un successo che riunisce tradizione e innovazione. (a.l.)
Il Teatrino Parrocchiale
si trova sotto la Chiesa di San Martino, fino agli anni '50 era la Chiesetta del Purgatorio, il parroco dell'epoca Don Alfredo De Carolis per creare una spazio per i giovani la trasformò, ampliandola, in un piccolo teatro com'era fino alla prima manutenzione eseguita nel gennaio 2015. Successivamente nell' anno seguente ha subito una profonda ristrutturazione eseguita dalla nostra Associazione, come evince dallo backstage sottoriportato.
 
L’Associazione Musicale “G. Rossini” di Elice, in collaborazione con l’Associazione Culturale “Elicethnos”, ringrazia sentitamente tutti coloro che, in qualsiasi modo, hanno contribuito al restauro e alla messa in sicurezza del Teatrino Parrocchiale “Don Renato Trabucco”.
 
 
 

In particolar modo:
 
Emidio D’Annunzio
Antonio Boemio
Mario Macrini
Enea Faieta
Guido Di Sabatino
Graziano Di Sabatino
Mihai Tereblecea
Sponsor:
 
Edilbastioni
Ager Ilicis di Simonetta Vadini
Durante G. M.
La Mugnaia
4D Elettronica
Terre e Sapori
Gran Caffè Pavone

Elice 27/12/2016
Forniture:
Timberg S.r.l.
Inerti Valfino
De Sanctis Linda
General Ferramenta
Sabatino Di Marco
Di Giampietro Roberto
Magika Service
Bruno Pavone
Luigino Di Domenico
Hanno contribuito inoltre:
Eugenio Di Clemente, Cristian Di Giandomenico, Mario Di Clemente, Mosè Verzilli, Pasquale Perazzetti, Gianni Ravicini, Pasquale Di Sante, Antonio Raggiunti, Vincenzo Palma, Dino Iezzi, Gino Sciolè, Gianni Di Michele, Silvio Di Domenico, Gianluigi Provinciali, Manuel D’Armi, Alessandro Di Vittorio, Davide Di Vittorio.

IL DIRETTIVO
Created with WebSite X5
© Associazione Musicale G. Rossini a.p.s.
Associazione Musicale G. Rossini a.p.s.
Via G. D'Annunzio 29 65010 ELICE (PE)
C.F.: 91073590688  P.IVA: 02170030684
Codice SDI:KRRH6B9
Sede operativa Via Roma 35
(Teatrino Parrocchiale Don R. Trabucco)

Contatti
P.E.O:associazionerossini@gmail.com
P.E.C:amrossiniaps@pec.it
Mobile Presidente: 339.1566716
Mobile Segretario: 350.0487178
Privacy Policy
Torna ai contenuti